900 psicologi e psichiatri (ri)scrivono al Governo

Il Comunicato di allarme di psicologi e psichiatri – il Comunicato Psi – già un anno fa aveva predetto esattamente cosa sarebbe accaduto sul piano della salute mentale della popolazione se i decisori non avessero virato nella gestione dell’emergenza in modo considerevole.

Il 23 Giugno 2020 il documento era stato inviato al Governo Conte per mettere in luce quali sarebbero stati i rischi connessi ad alcuni elementi evidenziati, quali l’isolamento, la comunicazione dei media, la censura etc. (per leggere e scaricare interamente il documento clicca qui). Purtroppo le proiezioni si sono rivelate tutte corrette, e nonostante il documento avesse avanzato proposte e soluzioni, non ha ricevuto risposta alcuna.

Eppure, già all’epoca, il Comunicato di psicologi e psichiatri offriva punti di vista e analisi di 750 professionisti della salute mentale, riuniti in modo indipendente attorno al documento con un unico interesse: la salute della popolazione. Niente pretese politiche, economiche o di popolarità. Si può dire la stessa cosa di tutti i medici e professionisti che hanno “aiutato” i decisori alla gestione della diffusione del Covid-19? E le loro previsioni, si sono sempre rivelate corrette a distanza di tempo?

Ben riconoscendo il valore del nostro documento, ed essendo arrivati a ben 900 sottoscrittori da tutta Italia, abbiamo deciso di (ri)scrivere al Governo, questa volta capitanato dal Presidente Mario Draghi, e di inoltrare nuovamente il Comunicato Psi il giorno 24 Maggio 2021, dopo quindi quasi un anno, via posta elettronica certificata.

In particolare il documento è stato inviato al:

  • Presidente del Consiglio Mario Draghi
  • Ministro della Salute Roberto Speranza
  • Ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi
  • Presidente della Camera dei Deputati Roberto Fico
  • Presidente del Senato Elisabetta Casellati

Il nostro obiettivo è quello di non far precipitare ulteriormente le già difficilissime condizioni cui versa la popolazione di adulti, ragazzi e bambini, come quotidianamente evidenziato dai fatti di cronaca e dall’abbondante letteratura scientifica.

Sorge dunque spontanea una domanda: a chi governa il Paese, starà a cuore la stessa cosa?

Per rimanere aggiornati sugli sviluppi del Comunicato Psi:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: