900 psicologi e psichiatri (ri)scrivono al Governo

Il Comunicato di allarme di psicologi e psichiatri – il Comunicato Psi – già un anno fa aveva predetto esattamente cosa sarebbe accaduto sul piano della salute mentale della popolazione se i decisori non avessero virato nella gestione dell’emergenza in modo considerevole. Il 23 Giugno 2020 il documento era stato inviato al Governo Conte perContinua a leggere “900 psicologi e psichiatri (ri)scrivono al Governo”

Dispersione scolastica e pandemia: sempre più adolescenti lontani dalla scuola

Fra le drammatiche conseguenze di un anno di pandemia, possiamo annoverare un ennesimo problema riferito alla scuola, e precisamente l’aumento della dispersione scolastica. Per dispersione scolastica non bisogna intendere solo “l’abbandono scolastico” in senso stretto, ma tutte quelle situazioni che allontanano i ragazzi dallo studio, facendo loro passare la voglia di applicarsi fino a sentireContinua a leggere “Dispersione scolastica e pandemia: sempre più adolescenti lontani dalla scuola”

Un anno di DAD. Com’è andata? I risultati

La domanda è lecita, così come è necessario trovare la risposta al di là delle opinioni e sensibilità personali. Ebbene: non è stata un’esperienza positiva, almeno non per 7 persone su 10 secondo l’indagine dell’Istituto Nazionale delle Ricerche Demopolis. Attraverso un sondaggio, Demopolis ha raccolto opinioni e vissuti dei genitori con figli minori (5-17 anni)Continua a leggere “Un anno di DAD. Com’è andata? I risultati”

Comunicato Psi, restrizioni, censura e salute mentale: il video

Al di là delle diverse opinioni, proiezioni e narrazioni, il documento di allarme di psicologi e psichiatri – il Comunicato Psi – si è rivelato uno dei pochi documenti che fino ad ora ha offerto una previsione totalmente esatta di quanto sarebbe accaduto se la gestione dell’emergenza non si fosse radicalmente modificata già a GiugnoContinua a leggere “Comunicato Psi, restrizioni, censura e salute mentale: il video”

Guida e testimonianze per difendersi dall’infodemia

Esiste un modo per difendersi dalle informazioni sempre più allarmistiche, pressanti e contraddittorie? Un articolo che spiega come fare e offre le testimonianze di chi recentemente ha condiviso con noi i “segreti” del proprio benessere.

Il recupero della salute mentale? Passa attraverso il lavoro e la spiritualità

Le persone con diagnosi di malattia mentale grave e persistente devono affrontare molteplici difficoltà, anche sul versante del lavoro. A causa dell’emergenza Covid, ci troviamo in un momento di forte emergenza dal punto di vista psicologico e psichiatrico, come dimostrato da numerosi studi sul tema (si veda la pagina bibiografia.) e come preventivato dal ComunicatoContinua a leggere “Il recupero della salute mentale? Passa attraverso il lavoro e la spiritualità”

Ti occupi di qualcuno? Ecco come occuparti (anche) di te

Nel pieno dell’emergenza da Covid-19 i numeri scorrono continuamente per aggiornamenti sui contagi, sui malati che hanno bisogno di assistenza in ospedale o in terapia intensiva e su chi è guarito. Ci  sono però anche altri numeri che invece sono sempre passati in sordina: chi assiste i malati cronici a casa, chi assiste i bambiniContinua a leggere “Ti occupi di qualcuno? Ecco come occuparti (anche) di te”

Strategie infallibili di resistenza psicologica all’emergenza. Raccontalo!

Non è forse il caso di sottolineare nuovamente quanto sia importante in questo momento partecipare attivamente alla vita sociale, e nemmeno polemizzare sulle evidenti trascuratezze nel nostro Paese verso le categorie più a rischio. E verso la solitudine, e la paura, di molte persone. Tu come fai? Raccontalo! Questa volta, scriviamo tutti insieme un contributoContinua a leggere “Strategie infallibili di resistenza psicologica all’emergenza. Raccontalo!”

Libertà di espressione e salute in tempi di Covid-19

Un recente articolo, il cui titolo tradotto suonerebbe “Anche in caso di pandemia, la luce del sole è il miglior disinfettante”, ad opera di Michael Karanicolas, resident fellow della Yale Univeristy, ancora in preprint sul Social Science Research Network, ci offre un’analisi esaustiva sulla libertà di espressione in tempi di COVID-19.