Ve lo avevamo detto. E continueremo a farlo.

Il titolo di questo post di riferisce al governo Conte e al governo Draghi, a cui abbiamo indirizzato il Comunicato di allarme di psicologi e psichiatri rispettivamente il 23/06/2020 e il 24/05/2021. Abbiamo avuto ragione: tutti i punti da noi preconizzati si sono tristemente avverati. Possiamo quindi dire che vi avevamo avvisati, mentre voi dovete riconoscere che non ci avete ascoltati eContinua a leggere “Ve lo avevamo detto. E continueremo a farlo.”

Storia di un articolo mai pubblicato sul periodo emergenziale

Qualcuno ricorderà il questionario “Sei felice?” promosso dal nostro Osservatorio Indipendente curato dalla ricercatrice dr.ssa Stefania Sarno insieme alla dr.ssa Silvia Salese, psicologhe. Dai risultati ottenuti è stato redatto un articolo destinato alla pubblicazione, con la finalità di mettere in luce gli effetti generati dalla gestione dell’emergenza sanitaria sulla popolazione italiana. L’articolo è stato inviatoContinua a leggere “Storia di un articolo mai pubblicato sul periodo emergenziale”

Centinaia di psicologi e psichiatri italiani solidali con i portuali di Trieste

A riferimento delle dichiarazioni di Stefano Puzzer, portuale di Trieste e portavoce dell’iniziativa di blocco delle operazioni portuali del 15 ottobre nell’intervista di Francesco Toscano (qui su YouTube), centinaia di psicologi e psichiatri italiani esprimono solidarietà verso i presupposti espressi e l’azione di protesta a difesa del diritto dei lavoratori. Cooperazione, lavoro, serenità e realeContinua a leggere “Centinaia di psicologi e psichiatri italiani solidali con i portuali di Trieste”

Psicotecnologie e pandemia: filo diretto con l’Internet Addiction

Il distanziamento sociale imposto nel periodo pandemico ha prodotto un aumento esponenziale dell’uso dei dispositivi elettronici (le psicotecnologie). Per quanto fosse un processo già in atto a causa della globalizzazione, il lockdown ne ha causato un’accelerazione senza precedenti. Evidenti le conseguenze sulla salute mentale, tanto che si può affermare che accanto alla pandemia da CoronavirusContinua a leggere “Psicotecnologie e pandemia: filo diretto con l’Internet Addiction”

900 psicologi e psichiatri (ri)scrivono al Governo

Il Comunicato di allarme di psicologi e psichiatri – il Comunicato Psi – già un anno fa aveva predetto esattamente cosa sarebbe accaduto sul piano della salute mentale della popolazione se i decisori non avessero virato nella gestione dell’emergenza in modo considerevole. Il 23 Giugno 2020 il documento era stato inviato al Governo Conte perContinua a leggere “900 psicologi e psichiatri (ri)scrivono al Governo”

Comunicato Psi, restrizioni, censura e salute mentale: il video

Al di là delle diverse opinioni, proiezioni e narrazioni, il documento di allarme di psicologi e psichiatri – il Comunicato Psi – si è rivelato uno dei pochi documenti che fino ad ora ha offerto una previsione totalmente esatta di quanto sarebbe accaduto se la gestione dell’emergenza non si fosse radicalmente modificata già a GiugnoContinua a leggere “Comunicato Psi, restrizioni, censura e salute mentale: il video”

Guida e testimonianze per difendersi dall’infodemia

Esiste un modo per difendersi dalle informazioni sempre più allarmistiche, pressanti e contraddittorie? Un articolo che spiega come fare e offre le testimonianze di chi recentemente ha condiviso con noi i “segreti” del proprio benessere.

Il recupero della salute mentale? Passa attraverso il lavoro e la spiritualità

Le persone con diagnosi di malattia mentale grave e persistente devono affrontare molteplici difficoltà, anche sul versante del lavoro. A causa dell’emergenza Covid, ci troviamo in un momento di forte emergenza dal punto di vista psicologico e psichiatrico, come dimostrato da numerosi studi sul tema (si veda la pagina bibiografia.) e come preventivato dal ComunicatoContinua a leggere “Il recupero della salute mentale? Passa attraverso il lavoro e la spiritualità”

Ti occupi di qualcuno? Ecco come occuparti (anche) di te

Nel pieno dell’emergenza da Covid-19 i numeri scorrono continuamente per aggiornamenti sui contagi, sui malati che hanno bisogno di assistenza in ospedale o in terapia intensiva e su chi è guarito. Ci  sono però anche altri numeri che invece sono sempre passati in sordina: chi assiste i malati cronici a casa, chi assiste i bambiniContinua a leggere “Ti occupi di qualcuno? Ecco come occuparti (anche) di te”